Posted by & filed under Linux, Ubuntu, Web Development.

DMCA.com
Apache Server 12 04 2012

Una delle cose fondamentali che ogni sviluppatore web dovrebbe conoscere è saper configurare un host virtuale sul proprio server.

Requisiti

  • Accesso ssh verso il proprio server
  • Permessi di amministratore
  • Possedere un proprio dominio (tipo miodominio.it)
  • Avere apache2 installato su un server ubuntu (se non usate ubuntu ma un’altra distribuzione potrebbero variare i percorsi ai file di configurazione)

Cose da fare

Prima di iniziare è bene avere le idee chiare su cosa dobbiamo fare.

La prima cosa da fare è quella di collegare il dominio che possediamo con il nostro server. Per far ciò dobbiamo accedere al pannello DNS del nostro provider e creare un record A verso l’indirizzo ip del nostro server.

Bisogna in seguito creare una cartella sul server che ospiterà il sito e creare l’host virtuale relativo ad esso.

In questa guida non vi farò vedere come configurare i DNS per fare in modo che il vostro dominio punti al vostro server in quanto ogni provider ha una procedura diversa. Possiamo sintetizzare dicendo che bisogna creare un record A che punti verso l’ip del server.

Procedimento

A questo punto ammettiamo di aver configurato il dominio pippo.it a puntare verso l’ip del nostro server.

Se digitando l’indirizzo pippo.it nel vostro browser vedete la pagina di benvenuto di apache significa che avete fatto tutto in modo corretto e potete procedere con la guida.

Di default apache2 ospita i siti nella cartella /var/www. Collegati via ssh al server e create la cartella /var/www/pippo.it:

mkdir /var/www/pippo.it

Ora create un pagina di benvenuto all’interno della nuova directory:

touch /var/www/pippo.it/index.html && echo "Il tuo host virtuale funziona" > /var/www/pippo.it/index.html

Aprite ora il file /etc/hosts:

vi /etc/hosts

Ed incollate alla fine del documento:

# configrazione per il dominio pippo.it

127.0.0.1 pippo.it

127.0.0.1 www.pippo.it

A questo punto non ci resta che creare il file di configurazione di apache e renderlo attivo.

Create il file /etc/apache2/sites-available/pippo.it:

touch /etc/apache2/sites-available/pippo.it

Aprite il file appena creato:

vi /etc/apache2/sites-available/pippo.it

Ed incollate all’interno di esso:

<VirtualHost *:80>
DocumentRoot /var/www/pippo.it

ServerName www.pippo.it

ServerAlias pippo.it

</VirtualHost>

Rendiamo ora attivo il nuovo host virtuale:

a2ensite pippo.it

Infine ricarichiamo apache:

/etc/init.d/apache2 reload

Conclusione

Se avete fatto tutto secondo guida dovreste ora essere in grado di vedere la pagina di benvenuto che abbiamo creato prima.

Potete usare questa procedura anche per creare sottodomini e per ospitare quanti siti volete sul vostro server ;)

  • http://www.facebook.com/profile.php?id=1206104699 facebook-1206104699

    basta anche un record CNAME :)

    • maurospage

      Si si :)  
      Il CNAME serve per puntare verso un dominio (tipo dominio.it), mentre il tipo A serve per puntare verso un indirizzo ip. Giusto?